mercoledì 24 maggio 2017

Recensione: Zucchero filato volante di Fernando Camilleri

Buon pomeriggio!
Oggi vi presento il primo lavoro dello scrittore Fernando Camilleri, intitolato Zucchero filato volante, edito da Eretica Edizioni, un romanzo dai risvolti fantasy con molte sfumature horror che mi ha davvero stupito, pur non essendo abituata a questo genere di storie.
Ringrazio l'autore per avermi permesso di leggere la sua opera.
Ecco la mia recensione:



EDITORE: Eretica Edizioni
DATA DI PUBBLICAZIONE: 31 agosto 2016
PREZZO DI COPERTINA: 14€ (in promozione a 10,90€ sul sito di Eretica Edizioni)
PREZZO EBOOK: 5,49€
PAGINE: 140

SINOSSI: Felice ha undici anni e un sogno: vuole diventare astronauta a ogni costo. Quasi sempre, però, i sognatori trovano degli ostacoli durante il loro cammino e quando Felice si imbatterà in un magico e bizzarro personaggio, sarà costretto a dover prendere la decisione più importante della propria vita. Attorno all'avventura del giovane undicenne, storia centrale del romanzo, orbitano le vicende di altre persone afflitte da problemi "terrestri", in una spirale di mistero e suspense, nella quale la fantascienza si mescola con la drammaticità della vita.

LA MIA OPINIONE

Quando ho letto la trama di questo romanzo breve dai toni fantasy di certo non mi aspettavo le tante sfumature horror in cui mi sono imbattuta e che hanno centrato in pieno il loro obiettivo: farmi rabbrividire, facendomi apprezzare ed appassionare alla straordinaria quanto macabra storia di Felice.

Tutto inizia quando Felice, un ragazzino di undici anni orfano di padre, di ritorno da casa della zia, viene attratto dal suono di un flauto proveniente dal bosco di Alerte, la piccola cittadina dove vive insieme a sua madre.
Incuriosito ed affascinato dalla melodia emanata dallo strumento, il ragazzino si addentra nella fitta vegetazione finché si ritrova davanti un nano, un nano che suona il flauto:

"Il ragazzo non poteva sapere che l'incontro con quell'uomo avrebbe cambiato la sua vita e, con molta probabilità, anche quella dell'intera umanità."

Infatti, dodici ore dopo lo strano incontro, il nano si ripresenta nella cameretta di Felice e grazie al suono ipnotizzante del suo flauto costringe il ragazzo a seguirlo per le vie della città dando inizio a una danza molto macabra: intrufolatisi nelle case di alcuni paesani rei di aver commesso reati più o meno gravi o di aver assunto comportamenti discutibili o al limite della morale, Felice, completamente sotto il controllo del nano, ordina a uno stormo di gufi comparsi improvvisamente di punire i colpevoli. Come? Divorandoli e facendoli a pezzettini.

Ma cosa si nasconde dietro questa specie di rituale? E perché è stato scelto proprio Felice per compierlo? Chi è il nano e, soprattutto, agisce da solo o è al servizio di qualcuno?
Si scopre ben presto che tutto ruota intorno al sogno che Felice ha fin da bambino, ovvero quello di diventare un astronauta ed esplorare il lato nascosto della Luna, che potrebbe nascondere orribili sorprese per lui e l'intera umanità.
Felice si trova dunque di fronte a una scelta di vitale importanza, da cui dipenderà non solo la sua sorte, ma anche quella dell'intero nostro pianeta.

Zucchero filato volante si potrebbe definire una fiaba moderna dal retrogusto drammatico perché mette in evidenza vizi e comportamenti umani che ormai ammorbano la nostra società, incarnati nei personaggi che popolano la cittadina di Alerte, poi puniti dalla sete di vendetta del nano e dei suoi gufi.
Il lato fantasy è il punto forte della storia, l'autore ha saputo strutturare bene tutti i punti della vicenda che riguardano il soprannaturale anche se, piccola critica, avrei preferito un maggior approfondimento e collegamento tra gli omicidi e il sogno di Felice di diventare astronauta, che provoca l'intervento del nano e dei gufi.
Per quanto riguarda gli episodi horror accennati all'inizio, naturalmente riguardano le scene in cui i gufi fanno a brandelli le carni umane, ma fortunatamente è tutto ben equilibrato: mi hanno fatto rabbrividire, ma non all'estremo, altrimenti non so se sarei riuscita a continuare la lettura (causa stomaco debole).
Quindi, per i miei gusti, l'autore è stato perfetto a dosare i vari generi rendendo la sua storia molto apprezzabile.
Lo stile di Fernando Camilleri è molto particolare, diretto e senza fronzoli, come piace a me, ma anche abbastanza complesso e pieno di sfumature. Questo fa sì che la storia risulti molto originale.
Intenso è anche il contrasto tra il mondo innocente e sognante di Felice e la parte macabra della vicenda che mi hanno permesso di rimanere incollata alle pagine di questo libro dall'inizio alla fine.
L'ho letto, infatti, in pochissimo tempo, curiosa di scoprire cosa si nascondesse dietro l'intera vicenda e anche il finale non ha deluso le mie aspettative.

Zucchero filato volante è una bella fiaba che mescola dura realtà e pura fantasia e si è rivelata una lettura che mi ha entusiasmato, incuriosito e fatto riflettere. La consiglio non solo agli appassionati del genere fantasy, ma a tutti coloro che vogliono leggere libri di qualità, profondi e intensi.


Fernando Camilleri: vive a Cefalù, in Sicilia, da quando è nato. Amante del soprannaturale e dei viaggi di fantasia, trova nel blu del mare, che ha quotidianamente davanti agli occhi, la sua principale fonte di ispirazione. Ogni onda crea nella sua mente nuove storie, nuovi luoghi e nuovi personaggi. Zucchero filato volante è il suo primo romanzo. (dal sito di Eretica Edizioni)

6 commenti:

  1. Ciao Maria! Questa storia sembra stranissima ma davvero interessante! Grazie per la segnalazione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, si è una trama molto, molto particolare e originale!

      Elimina
  2. Ciao! Non conoscevo affatto questo libro ma sembra davvero bello, le tue parole mi hanno convinta a metterlo in WL!! :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Maria! <3 Che storia particolare, sembra davvero molto carino. Lo definisci profondo ed intenso, quindi ti è piaciuto davvero molto <3
    Grazie per questa recensione! Un abbraccio! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta <3 Si, una storia particolare e intensa. Mi è piaciuta tanto, anche perché mi ha sorpresa con elementi che non mi aspettavo :)
      Un abbraccio <3<3

      Elimina